Fase C assunzioni. Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani incontra assessore comunale per l’istruzione Giungata

banner

Prof. Romano Pesavento, Presidente Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani – Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani rende noto che nella giornata di ieri, presso il comune di Crotone, si è tenuto un incontro con l’assessore comunale per l’istruzione, dott.ssa Antonella Giungata.

La riunione è stata molto costruttiva ed ha visto l’esponente istituzionale concordare pienamente sull’importanza della discussione nelle scuole dei temi della legalità, della dispersione scolastica, del bullismo e dei diritti umani. Inoltre si sono affrontati tutti i contenuti inerenti al piano straordinario d’assunzione fase C.

Si sottolinea che su base regionale sono previsti circa 1.899 posti, divisi tra primaria (664), secondaria di primo grado (268) e secondaria di secondo grado (967). Per quanto riguarda il potenziamento dei posti per il sostegno il numero è pari a 193. Le scuole sono chiamate fino a giorno 15 ottobre ad indicare l’ordine di priorità dei campi di potenziamento (7 campi per il secondo ciclo e sei per il primo ciclo).

La dotazione minima assicurata sarà non inferiore alle tre unità e non superiore alle 8 unità. Entro il 22 ottobre l’USR Calabria adotterà il decreto di ripartizione dei posti comuni della scuola secondaria per classi di concorso, nonché di ripartizione dei posti di sostegno previsti nella tabella per gradi di istruzione e per la scuola secondaria di II grado per aree disciplinari. Infine, dal 12 al 20 novembre la dotazione aggiuntiva sarà successivamente assegnata alle scuole della regione, tenendo conto del numero degli alunni (tranne scuola dell’infanzia), ponendo attenzione alla presenza di aree montane o piccole isole, o aree interne, a bassa densità demografica o a forte processo immigratorio, nonchè elevata dispersione scolastica.

Il personale assunto fornirà un supporto fondamentale al processo di crescita socio-culturale e al tempo stesso tanti docenti precari troveranno finalmente e meritatamente la stabilizzazione. L’assessore ci ha inoltre riferito di aver avviato già da tempo un’opera di sensibilizzazione nei confronti dei dirigenti scolastici e di divulgazione dei contenuti delle aree di potenziamento, provvedimenti assai necessari, soprattutto in una realtà fortemente degradata come Crotone.

Ricordiamo che la città purtroppo oggi vive una condizione socio-economica molto difficile: elevati tassi di disoccupazione (27,2%) e di criminalità.