In Toscana un quindicenne su 5 non ha competenze minime in lettura e matematica

banner

In Toscana almeno un alunno di quindici anni su cinque non raggiunge il livello minimo di competenze in matematica e in lettura. A rivelarlo sono i dati che emergono dalla sesta edizione dell’Atlante dell’infanzia, realizzato da Save the Children: “Bambini senza. Origini e coordinate delle povertà minorili”.

Per quanto riguarda il tempo pieno la situazione varia a seconda delle province. Se a livello regionale è garantito per quasi una classe su due della scuola primaria (46%), le situazioni più problematiche si registrano ad Arezzo (29,8%) e a Pisa (32%).
Le province più virtuose sono invece Firenze (76,1%) e Prato (60,6%).

I dati sulla dispersione scolastica dei giovani tra i 18 e i 24 anni si confermano preoccupanti. In Toscana il 13,8% di ragazzi ha abbandonato prematuramente percorsi d’istruzione o formazione professionale. C’è però anche un segnale positivo: dal 2013 al 2014 la dispersione scolastica è diminuita del 2,4%.