Apre a Torino la sede di Indire, l’Istituto nazionale di ricerca educativa

banner

INDIRE – L’Indire (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) festeggia i suoi 90 anni di storia con l’apertura della sede a Torino (Corso Vittorio Emanuele 70), una nuova struttura che da oggi rappresenta un punto di riferimento della ricerca educativa nel nord Italia. “È una tappa fondamentale della strategia di rafforzamento del nostro Istituto che è sempre più protagonista del sistema scolastico nazionale” dichiara Flaminio Galli, Direttore Generale dell’Indire, che aggiunge: “Con il nucleo di Torino vogliamo instaurare una forte collaborazione con le istituzioni del territorio con l’obiettivo di diffondere e mettere a sistema l’innovazione didattica nella scuola”.

Il “debutto” in città del Nucleo territoriale Nord è previsto per il 4 dicembre, al cinema Massimo (via Verdi, 18), con una giornata dedicata al rapporto tra cinema e scuola. L’evento è realizzato in collaborazione con il Sottodiciotto Film Festival e il Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Il primo appuntamento è previsto per le ore 9.30, con oltre 400 studenti delle scuole secondarie di II grado, di tutto il Piemonte,coinvolti nella produzione di video sul tema E io mi gioco la scuola!.
I ragazzi sono invitati a raccontare, a un immaginario extraterrestre del futuro – attraverso brevi video – un aspetto specifico dell’attuale sistema scolastico italiano.

Il secondo appuntamento, dalle 16.30 fino alle 18.30, è dedicato al tema Il cinema nella scuola, la scuola nel cinema: approfondimento sul legame tra cinema e scuola, attraverso il duplice aspetto della documentazione e della media education. L’incontro si apre con i saluti di Giovanni Biondi, Presidente dell’Indire. Segue la presentazione dell’Istituto, delle sue attività e delle possibili collaborazioni con le scuole, a cura di Alessia Rosa, Manuela Repetto e Michelle Pieri, ricercatrici dell’Indire. Alle 17.15, approfondimento sul rapporto traIndire e cinema scolastico, con un’introduzione storica di Francesca Pizzigoni, ricercatrice dell’Indire, e gli interventi di Marcella Ciari, docente e prosecutrice dell’opera del pedagogista Bruno Ciari, e di Domenico Chiesa, presidente di Aiace. A seguire, i format audiovisivi innovativi, con interventi di Gabriella Taddeo, ricercatrice dell’Indire, Alberto Parola, docente dell’Università di Torino, Paola Traversi, responsabile dei servizi educativi del Museo Nazionale del Cinema e Mussi Bollini del Centro di Produzione Rai di Torino.

Alle 20.30 viene proiettato “Registro di classe, il nuovo film di archivio di Gianni Amelio e Cecilia Pagliarani, nel quale viene ricostruita e ripercorsa la scuola italiana dal 1900 al 1960, attraverso materiali d’archivio provenienti da molteplici fonti: Archivio Storico Istituto Luce, Rai Teche, Miur, Indire, Nosarchives.com, Ascer, Casa della memoria, Edu, Fdlm.