Diritti a scuola in Puglia. Pisicchio: “Utile strumento per combattere la dispersione scolastica e per garantire continuità didattica

banner

“Finalmente la bella notizia che tanto aspettavamo è arrivata: il ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini ha firmato il protocollo d’intesa che suggella l’accordo tra Miur e la nostra Regione per l’avvio della settima edizione di “Diritti a scuola”, il progetto finanziato coi fonti comunitari, fiore all’occhiello della scuola pugliese, che quest’anno si è aggiudicato il premio della comunità europea “Regiostars 2015”. Lo dichiara in una nota il presidente della VI Commissione Cultura e Istruzione, Alfonso Pisicchio (La Puglia con Emiliano).

“Un progetto – spiega il consigliere – che è l’identità della nostra società perché partito dall’esigenza di potenziare l’efficacia della scuola di Puglia, e che negli anni ha garantito ottimi risultati con il rinforzo e potenziamento didattici e formativi e ha permesso di limitare l’insuccesso scolastico e l’abbandono. Ora auspichiamo che il bando della Regione Puglia sia pronto quanto prima per dare inizio alla nuova annualità al fine di scongiurare quel ritardo che ha caratterizzato l’edizione scorsa dei Das”.

“Diritti a scuola – continua Pisicchio – vanno attuati al più presto e con urgenza per garantire non solo il potenziamento didattico e formativo per gli studenti, ma anche un sollievo economico alle migliaia di docenti e ata precari in tutta la Puglia che ogni anno attendono con ansia l’avvio dei Das per poter contare su un reddito, una sede scolastica e una cattedra almeno sino al termine dell’anno scolastico. Con questa buona notizia – conclude – vogliamo rilanciare l’importanza di garantire anche ai i docenti precari il punteggio (già previsto per gli ata e collaboratori) utile per l’aggiornamento delle graduatorie come avvenuto nelle precedenti edizioni”.

Ufficio Stampa La Puglia con Emiliano