La giunta regionale delle Marche sospende il piano di dimensionamento per un anno

banner

L’Assessore all’istruzione della regione Marche Loretta Bravi ha espresso le motivazioni alla sospensione per un anno del piano di dimensionamento della rete scolastica per l’anno 2016-2017 in un comunicato.

Di comune accordo con i territori provinciali l’assessore attiverà diversi tavoli di confronto nei prossimi mesi al fine di monitorare più attentamente le situazioni oggettive che le varie realtà scolastiche del settore superiore di secondo grado evidenzieranno in un confronto ampio ed approfondito.

Si terrà conto della consistenza della popolazione scolastica distribuita nei vari territori e plessi, della consistenza del patrimonio edilizio di riferimento, dell’adeguatezza e della consistenza dei laboratori scolastici, delle novità in ordine all’offerta formativa delle istituzioni scolastiche delle Marche ed del loro stretto rapporto con il mondo del lavoro.

La giunta a tal proposito dovrà valutare tutte queste componenti nel variegato territorio marchigiano anche in considerazione di una corretta e proficua applicazione della L. 107, che, oltre a valorizzare l’alternanza scuola-lavoro, richiede un potenziamento effettivo del rapporto che gli istituti scolastici debbono attivare con i territori di riferimento.

Per tali significative ragioni e, tenuto conto di una corretta applicazione delle linee guida dettate dalla normativa regionale, l’Assessore bravi si attiverà per superare le criticità emerse nei piani di dimensionamento presentati dalle province delle Marche, nel rispetto delle istanze territoriali avanzate da studenti, genitori, dirigenti scolastici e lavoratori del settore.