Peciola (Sel): apertura del Campidoglio contro nidi a privati

banner

“L’incontro è andato discretamente, abbiamo chiarito da parte nostra che non ci deve essere nessuna privatizzazione dei nidi. Ora bisognerà attendere i vari passaggi istituzionali e cioè l’incontro con i sindacati e i municipi ma al momento nessuna decisione è stata presa. Rimaniamo preoccupati e in presidio permanente ma l’ipotesi privatizzazione sembra scongiurata a seguito della nostra iniziativa. Abbiamo chiarito che è intanto necessario fermare le ipotesi di privatizzare le 17 strutture previste di cui alcune già attive. Sulle nuove strutture abbiamo chiesto comunque massimo intervento pubblico”. Lo ha detto Gianluca Peciola, ex capogruppo di Sel in Campidoglio, al termine della riunione straordinaria con i subcommissari Rolli e Castaldo sulla privatizzazione degli asili nido della Capitale.

È stato inoltre fatto presente ai commissari l’emergenza della stabilizzazione degli educatori precari a lavoro in queste strutture e rimasti fuori dagli interventi previsti dalla Buona Scuola sui quali è necessario l’intervento del governo. I subcommissari si sono dichiarati disponibili a segnalare questa esigenza.