A Milano studenti a lezione di legalità e difesa contro il cyberbullismo

Educare i ragazzi al rispetto della legalità, a ‘difendersi’ dal cyberbullismo e dal cyberstalking, ad evitare le dipendenze da alcol e droga, e a rispettare le regole del fisco. Prevede tutto questo il “progetto interforze di educazione alla cittadinanza e alla legalità: Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza insieme per la legalità, in memoria delle vittime del dovere” rivolto alle scuole milanesi secondarie di primo e secondo grado, presentato oggi in Prefettura a Milano.

Occupato l’Istituto Bodoni Paravia a Torino. CUB: che la festa cominci!

Uno degli aspetti peggiori della campagna governativa a sostegno della Legge 107, la cosiddetta Buona Scuola, è il tentativo di opporre gli studenti e le famiglie e, a ben vedere l’intera società, ai lavoratori della scuola presentati come "conservatori" legati a una presunta scuola vecchio modello, quella che il governo intende "riformare" rafforzando il potere discrezionale dei dirigenti.

Il ministro Giannini in visita a Parco Verde di Caivano, zona di alta dispersione

“Ho visto tanta passione, tanta umanità e soprattutto tanta voglia, da parte di tutti i ragazzi, di cominciare qui il loro cammino verso la vita, magari con insegnamenti non solo tradizionali ma anche e soprattutto sentendosi comunità”. Queste le parole del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini pronunciate a Caivano dove ha visitato tre istituti scolastici nel Parco Verde, difficile quartiere della cittadina vicino Napoli dove vi è, tra l’altro, un’alta percentuale di dispersione scolastica.