A Sarre 700 firme dei genitori contro la chiusura della scuola primaria Chesallet

banner

Si mobilitano contro “l’ipotesi di chiusura annunciata dall’amministrazione comunale” i genitori dei circa 60 bambini della scuola di Chesallet, una delle tre primarie di Sarre. “Sono già oltre 700 – dice alla stampa Roberto Bonin, uno dei rappresentanti dei genitori – le firme raccolte in due settimane per una petizione da inviare al Comune: quella dell’amministrazione sembra una presa di posizione politica. E’ una chiusura raffazzonata, manca un piano organico che tenga conto delle tante criticità”.

A influenzare l’ipotesi dell’amministrazione sia i tagli al bilancio, sia il calo delle iscrizioni registrato negli ultimi anni. “Dal 2016-2017 l’amministrazione intende disattivare la classe prima, per poi successivamente trasferire le rimanenti nella scuola del capoluogo”, spiega Bonin. Ai genitori preme “mantenere il livello della qualità didattica” e “la continuità del gruppo classe, sia per i bambini, sia per le maestre”. Per farlo occorre “un piano serio che coinvolga tutti, ma nell’arco di due o tre anni, non in modo improvvisato. Parliamo di uno sconvolgimento generale, anche per lo scuolabus e la mensa. E tutto questo per un risparmio di soli 24.000 euro all’anno”.