Avvio sperimentazione alternanza scuola-lavoro in Puglia

banner

E’ stato sottoscritto oggi a Roma, nella sede del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il protocollo d’intesa tra il Ministero stesso e la Regione Puglia per l’istituzione del cosiddetto “Sistema Duale”, che dà l’avvio alla sperimentazione di un sistema della formazione basato sull’alternanza scuola-lavoro. Il provvedimento – informa una nota della Regione Puglia – si pone l’obiettivo di contrastare la dispersione scolastica e a favorire la transizione dal mondo della scuola a quello del lavoro, attraverso l’accesso a imprese formative durante il percorso curriculare, l’alternanza scuola-lavoro ‘rafforzata’, che prevede che la metà del percorso formativo si svolga in azienda, e il nuovo apprendistato, che impone almeno 500 ore di formazione in aula e altrettante in azienda. A siglare le convenzioni con le singole Regioni, rappresentate dagli assessori alla Formazione, è stato il Sottosegretario al Lavoro Luigi Bobba. La Regione Puglia è stata rappresentata dall’Assessore con delega al Lavoro e Formazione Sebastiano Leo. La sperimentazione del sistema duale segue uno specifico accordo approvato a settembre dalla Conferenza Stato-Regioni e avrà durata biennale.

“Poco più di 1,5 milioni di euro sono stati destinati oggi alla Regione Puglia per avviare la sperimentazione del sistema duale – fa sapere l’assessore Leo – Si tratta di risorse che saranno destinate a innovare ulteriormente la scuola e consentirle di accrescerne l’interazione con il mercato del lavoro, attraverso lo sviluppo di competenze, innovazione e nuove opportunità occupazionali. L’accordo, infatti, promuove l’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale e i percorsi di alternanza scuola/lavoro resi obbligatori dalla Legge 107/2015 e darà slancio al necessario rafforzamento del sistema di istruzione e formazione professionale”.