Regione Lombardia: su autismo serve un approccio concreto e integrato

banner

Per affrontare l’autismo serve un approccio concreto e integrato sul territorio. Lo ha detto Garavaglia, assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione di Regione Lombardia, al convengo “Autismo. Più comune di quanto si pensi” che si è tenuto ieri a Castelfranco Veneto.

“Grazie all’incontro con Lucio Moderato, psicologo, psicoterapeuta e direttore scientifico dell’associazione Autismo e Società, ho potuto conoscere un approccio concreto e integrato per aiutare le persone autistiche, attraverso una forma di counseling innovativa” ha detto Garavaglia. “Abbiamo così deciso di sperimentarlo sul territorio – ha proseguito – agendo su famiglie, operatori, e soprattutto sul mondo della scuola. Abbiamo stipulato un accordo con il provveditorato di Milano, sempre in via sperimentale, formando 300 insegnanti di sostegno. Gli esiti sono stati positivi, con anche dei buoni risparmi, e l’obiettivo ora e’ quello di portare a regime questa sperimentazione su tutto il territorio regionale. Questa nuova modalita’ di aiutare le persone autistiche e le loro famiglie ha permesso di rendere visibili centinaia di ragazzi che prima erano, per il sistema, invisibili”.