Educazione alla legalità contro il bullismo: un progetto a Torino

Prende il via all’Istituto “I.P.S.S.E.O.A. Colombatto” di Torino, sotto la dirigenza della Preside dott.ssa Claudia Torta, il progetto “…se fosse mio figlio” contro la violenza e il bullismo. L’istituto si propone come scuola capofila nella realizzazione di tale progetto, che avrà lo scopo di soddisfare quanto richiesto alle scuole dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca ovvero attuare ciò che nella circolare n. 0030549 del 21/09/2015 è definito “Potenziamento Socio Economico e Per la legalità”, nell’ottica dello “sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva, sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità e della prevenzione della violenza, di ogni forma di discriminazione, del bullismo, anche informatico”.

Occupato l’Istituto Bodoni Paravia a Torino. CUB: che la festa cominci!

Uno degli aspetti peggiori della campagna governativa a sostegno della Legge 107, la cosiddetta Buona Scuola, è il tentativo di opporre gli studenti e le famiglie e, a ben vedere l’intera società, ai lavoratori della scuola presentati come "conservatori" legati a una presunta scuola vecchio modello, quella che il governo intende "riformare" rafforzando il potere discrezionale dei dirigenti.

La regione Piemonte sta lavorando sul riordino del sistema infanzia

Un unico percorso scolastico da 0 a 6 anni.  Questo il cambiamento sostanziale che interesserà anche i servizi per l’infanzia del Piemonte, alla luce delle modifiche introdotte dalla legge sulla Buona scuola, dai decreti legislativi che il Governo dovrà approvare entro i prossimi 18 mesi e dalla nuova legge regionale di riordino del sistema Piemontese che sarà approvata a breve.

Assunzioni. A Torino la giunta dà il via libera ad assunzioni nella scuola d’infanzia e nido

La giunta comunale di Torino ha dato il via libera all’assunzione a tempo indeterminato, entro fine anno, di 132 nuovi dipendenti, 100 per asili nido e scuole materne municipali, fra insegnanti ed educatori, 32 per altri settori della Città, tra assistenti tecnici, educativi e sociali, istruttori e responsabili amministrativi. A questi si aggiungono i 29 dipendenti delle ex Province trasferiti al Comune.

Apre a Torino la sede di Indire, l’Istituto nazionale di ricerca educativa

INDIRE – L’Indire (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) festeggia i suoi 90 anni di storia con l’apertura della sede a Torino (Corso Vittorio Emanuele 70), una nuova struttura che da oggi rappresenta un punto di riferimento della ricerca educativa nel nord Italia. “È una tappa fondamentale della strategia di rafforzamento del nostro Istituto che è sempre più protagonista del sistema scolastico nazionale” dichiara Flaminio Galli, Direttore Generale dell’Indire, che aggiunge: “Con il nucleo di Torino vogliamo instaurare una forte collaborazione con le istituzioni del territorio con l’obiettivo di diffondere e mettere a sistema l’innovazione didattica nella scuola”.

In Piemonte intesa per favorire l’alternanza scuola-lavoro

INAIL – Il protocollo d’intesa, di durata triennale, sottoscritto da Inail Piemonte, Camera di commercio di Torino, Inps e Ufficio scolastico regionale, premetterà a circa 34mila studenti di intraprendere un percorso che li porterà dentro le aziende e le diverse realtà artigianali del territorio, mettendo a disposizione competenze e specialisti della formazione.