Learning week in Lombardia. Aprea: Formazione e qualità

banner

“Le nuove learning week sono una misura veramente importante, che aggiunge in modo originale ed esclusivo qualita’ al sistema educativo lombardo”. Lo ha detto l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea, intervenuta all’evento di chiusura del convegno ‘Nuova learning week’, che si e’ svolto in Sala Biagi, a Palazzo Lombardia.

NUOVE LEARNING WEEK – “Le nuove learning week – ha spiegato Valentina Aprea – sono attivita’ di formazione extracurriculari svolte in modalita’ intensiva, per un totale di 40 ore, con possibilita’ di essere realizzate in forma residenziale e anche con destinazione in uno dei Paesi dell’Unione europea”.

OBIETTIVO – “I corsi – ha sottolineato Aprea – erano destinati agli studenti degli ultimi tre anni delle scuole secondarie lombarde, con l’obiettivo di offrire un’esperienza di approfondimento in contesti caratterizzati da varieta’ didattica, metodologica e tematica mediante approcci innovative sperimentali ma anche opportunita’ per avvicinarsi al mondo della cultura, dell’ambiente e della produzione artistica e creativa”.

LE NOVITA’ – “L’iniziativa della Learning week – ha aggiunto l’assessore Aprea – gestita direttamente dalla Direzione generale Culture, era partita in fase sperimentale, in Regione Lombardia, nel 2008 e, visto il successo, e’ stata ora messa a punto con una serie di elementi innovativi che vanno dall’ampliamento dell’offerta formativa ad una particolare attenzione ai temi della valorizzazione e salvaguardia del patrimonio materiale e immateriale; dall’acquisizione di competenze indirizzate al settore dell’industria culturale e alle imprese e professioni creative comprese quelle legate allo spettacolo dal vivo e alla green economy; dalla conoscenza del patrimonio d’arte e di cultura alla promozione, conoscenza ed educazione dei temi della cittadinanza attiva e dell’educazione alla legalita’ e delle pari opportunita’”.

NUMERI – “Con la ‘Nuova learning week’ – ha concluso l’assessore Valentina Aprea – al 30 giugno 2015, sono stati coinvolti 15.471 studenti. Di questi, 2.273 hanno potuto frequentare i corsi realizzati all’estero. Le 607 edizioni del progetto (di cui 285 riguardanti tematiche con rilevanza culturale e paesaggistica) hanno avuto un finanziamento di 12.700.000 euro.