La provincia di Lodi prolunga le vacanze scolastiche: gli ATA sperimentano il telelavoro

banner

Due scuole superiori della Provincia di Lodi rimarranno chiuse sei giorni in più per le vacanze natalizie, ma solo per gli studenti.
Gli assistenti amministrativi lavoreranno da casa: l’idea è venuta alla dirigente scolastica,  davanti alla decisione dell’ente locale di spegnere il riscaldamento a partire dal 21 dicembre fino al 10 gennaio.

C’è stata la massima collaborazione di tutti alla novità della chiusura prolungata, assicura la preside.

La scelta della provincia è dettata dalla necessità di spegnere il riscaldamento per motivi di spesa.
La dirigente scolastica afferma che gli studenti saranno comunque a scuola per i 200 giorni minimi previsti dalla legge perché lavoreranno di più quando non serve il riscaldamento. I giorni in più di vacanza serviranno anche al recupero di alcune materie o semplicemente a partire più riposati in vista della seconda parte dell’anno.

Anche la preside lavorerà da casa e si terrà in contatto attraverso la posta elettronica e il telefono, occupandosi del piano dell’offerta formativa, dei progetti del piano nazionale digitale e dell’alternanza scuola-lavoro.

Alcuni collaboratori scolastici, su base volontaria, saranno presenti a scuola per occuparsi di alcuni piccoli lavori di manutenzione dell’edificio.